Proposta d’acquisto vincolata al mutuo. Ecco come fare

  • di

Parliamo di tutto ciò che devi sapere se stai per sottoscrivere una proposta di acquisto per l’immobile che ti interessa e puoi acquistare solo se la banca ti concede il mutuo.

Se per acquistare casa devi fare mutuo insisti nel mettere un vincolo, una clausola sospensiva, che ti tuteli nel caso malaugurato caso in cui la banca non fosse disposta a concederti il mutuo.

Alcuni agenti immobiliari infatti insistono per non inserire tale vincolo, perché? Se non ci sono clausole sospensive nella proposta e nel relativo compromesso, l’agente matura immediatamente il diritto alla provvigione perché l’affare è concluso.

Nel caso in cui poi il mutuo non ti venisse concesso, rimarrai senza casa perdendo inoltre la caparra e la provvigione pagata all’agente immobiliare.

Quindi se l’agente immobiliare non accetta di vincolare la tua offerta all’ottenimento del mutuo che ti serve, lascia perdere cerca un’altra casa tramite un’altra agenzia.

Ecco cosa devi fare

  1. Prima ancora di visionare immobili recati in banca con i tuoi documenti reddituali: ultime buste paga, cud e dichiarazione dei redditi se sei lavoratore autonomo. Porta con te anche estratti aggiornati di eventuali finanziamenti in essere. Chiedi la cifra massima che sono disposti a concederti.

  2. Quando che sai indicativamente quanto la banca può concederti, somma i soldi che hai a disposizione da aggiungere a quelli che ti presta la banca. Saprai così quanto potrai spendere.

  3. Al momento che hai trovato la casa dei tuoi sogni, fai l’offerta chiedendo all’agente immobiliare di inserire una clausola sospensiva, che vincoli la chiusura della trattativa all’ottenimento del mutuo.

  4. Fai scrivere l’importo di mutuo di cui necessiti per poter acquistare, infatti la banca potrebbe deliberare il mutuo ma ad una cifra inferiore a quanto ti serve. Di conseguenza potresti nella condizione di aver ottenuto il mutuo, ma saresti comunque impossibilitato all’acquisto.

  5. La clausola sospensiva deve avere una durata massima prestabilita. Considera indicativamente queste tempistiche: una settimana per recuperare tutta la documentazione richiesta dalla banca, 30/40 giorni tra delibera reddituale della banca e perizia sull’immobile e nel caso di richiesta della garanzia statale del 50% o 80% altri 20 giorni. Totale due mesi abbondanti.

  6. Valuta infine le tempistiche per procedere con il rogito dopo l’ottenimento del mutuo, chiedi alla banca quanto tempo è valida la loro delibera considerando che passati i 90 giorni la garanzia dello stato tramite la Consap decade.

  7. Nel caso in cui non ti venisse concesso il mutuo, fatti rilasciare una dichiarazione scritta e firmata dalla banca che attesti la mancata delibera, sarà il documento con cui potrai dimostrare la tua buona fede. Ne il proprietario ne l’agente immobiliare potranno pretendere nulla da te.Qu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.