Il Bonus Prima Casa Under 36: Tutto quello che c’è da sapere

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le nuove istruzioni sul bonus prima casa per i giovani sotto i 36 anni. Questa agevolazione, rivolta a favorire l’acquisto di una casa per i giovani con un Isee non superiore a 40.000 euro, è stata prorogata fino al 31 dicembre 2024 per coloro che hanno registrato il preliminare entro il 31 dicembre 2023. Vediamo nel dettaglio cosa prevede la circolare n. 14/E e quali sono le novità introdotte.

Requisiti e Proroga del Bonus

Il bonus “prima casa under 36” è disponibile fino al 31 dicembre 2024, a patto che il contratto preliminare sia stato registrato entro il 2023. La proroga, stabilita dal decreto Milleproroghe (Dl n. 215/2023), prevede che per gli atti definitivi stipulati tra il 1° gennaio 2024 e il 29 febbraio 2024, data di entrata in vigore della legge di conversione, venga riconosciuto un credito d’imposta. Questo credito, utilizzabile nel 2025, è pari alle imposte pagate in eccesso. Per beneficiarne, il contribuente dovrà dichiarare al notaio, attraverso un atto integrativo, di voler usufruire del beneficio e di possedere i requisiti necessari.

Dettagli sull’Isee

Per accedere al bonus, è necessario avere, al momento del rogito, un Isee non superiore a 40.000 euro annui. La circolare specifica che per gli atti stipulati prima dell’entrata in vigore della proroga, è possibile dimostrare il rispetto dei requisiti anche con un Isee ottenuto successivamente, purché riferito allo stesso nucleo familiare in essere alla data di stipula dell’atto. Questo permette una maggiore flessibilità per i giovani acquirenti.

Per maggiori informazioni leggi la guida ufficiale.

In cosa consiste il bonus

Il bonus prima casa under 36 prevede diversi vantaggi:

– Esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale: Questa agevolazione si applica anche all’acquisto delle pertinenze dell’abitazione principale.

– Credito d’imposta per acquisti soggetti a Iva: È riconosciuto un credito d’imposta pari all’imposta pagata per l’acquisto.

– Agevolazioni per i finanziamenti: Non è dovuta l’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative, per i finanziamenti collegati all’acquisto, costruzione e ristrutturazione dell’immobile.

Istruzioni pratiche

La circolare dell’Agenzia delle Entrate fornisce anche esempi pratici per comprendere meglio come usufruire del credito d’imposta in caso di riacquisto, a seconda che l’atto di acquisto sia soggetto a imposta di registro o a Iva. Questo documento rappresenta una guida preziosa per i giovani che intendono acquistare la loro prima casa, assicurando che possano beneficiare pienamente delle agevolazioni previste.

Conclusione

Il bonus prima casa under 36 rappresenta un’opportunità significativa per i giovani con Isee non superiore a 40.000 euro di acquistare la loro prima abitazione con vantaggi fiscali rilevanti. La proroga al 31 dicembre 2024, insieme alle nuove istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, rende questa agevolazione ancora più accessibile e vantaggiosa. Se state pensando di acquistare la vostra prima casa, è il momento giusto per informarsi e prepararsi a sfruttare al meglio questa opportunità. Contattaci e compra con noi, ti daremo consulenza fino al rogito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *