COME ADDOBBARE L’ALBERO DI NATALE: LA GUIDA 

lighted christmas tree

Quel momento dell’anno si avvicina, siete pronti per addobbare l’albero di Natale? Come vuole la tradizione italiana, l’albero di Natale si deve preparare precisamente l’8 dicembre, il giorno dell’Immacolata, perché è il primo giorno di festa utile per dedicarsi a quest’operazione senza togliere tempo al lavoro settimanale.

Quindi per aiutarvi nella scelta delle decorazioni, ecco la guida speciale dove troverete suggerimenti e idee su cosa scegliere e come addobbare l’albero di Natale alla perfezione.

Fare l’albero insieme con le persone care, insieme ai bambini e non, è un momento magico. Sicuramente per gli amanti del Natale, vedere l’albero con lucine scintillanti e addobbi vi farà sentire al settimo cielo!

COME SCEGLIERE L’ALBERO DI NATALE

Prima di pensare a come bisogna pensare a quale albero di Natale scegliere. Ovviamente in base alle proprie esigenze, ad esempio se avete un piccolo angolo dove riporlo o se disponete di un’ampia sala con il soffitto alto. Successivamente dovrete decidere se volete farne uno moderno o più tradizionale.

ALTEZZA E CIRCONFERENZA

La scelta va fatta in base all’altezza della stanza dove volete piazzarlo, tenendo in considerazione che la punta deve essere circa 50 cm più bassa del soffitto.

Se avete uno spazio ridotto come un angolo della stanza e non il centro della sala, anche se il soffitto è alto, è meglio scegliere un albero con un diametro più piccolo, ma alto.

VERO O SINTETICO?

Scelta difficile! Ci sono vantaggi e svantaggi per entrambe le scelte.

L’abete vero, è la scelta più ecologica e se acquistate l’abete con le radici potete anche piantarlo in giardino. Quello sintetico invece non è una scelta green, ma è anche vero che può essere riutilizzato per anni e quindi più comodo a livello di manutenzione e ovviamente a livello di investimento.

QUALI SONO I PASSAGGI?

Partire dal basso e aprire bene i rami. Posizionali in maniera perpendicolare al tronco. Potete dare ai rametti più corti, quelli vicino alla punta, una leggera piegatura per simulare un effetto naturale.

L’elemento essenziale per avere un risultato piacevole è coprire la base e lo puoi fare in svariati modi. Puoi usare della semplice carta da regalo colorata, della carta crespa o della carta lucida.

Potete creare una copertura con delle semplici cassette di legno oppure usare feltro, stoffa o della juta. Altra idea originale è porre alla base dell’albero di Natale un telo in finta pelliccia bianca e soffice, dano l’impressione che sia neve. (io l’ho comprata così :))

DOVE POSIZIONARE L’ALBERO DI NATALE

Il posto migliore per posizionare l’albero è…. dove c’è spazio (per mettere i regali sotto) e dove viene ammirato. Ovviamente l’ambiente più scelto è il soggiorno, perchè inteso come luogo dove ci si riunisce. Ricordati però di posizionarlo vicino ad una presa, per attaccare le luci a meno che non usiate quelle a batteria.

QUALE COLORE SCEGLIERE

Sul mercato ce ne sono di svariati tipi e forme, rosa, bianco, rosso e molti altri…. Ma spero di essere nel team giusto, quando affermo che l’albero di Natale può essere solo quello classico, dalle tonalità realistiche… E ora parliamo di luci!

LUCI SULL’ALBERO DI NATALE

Prima di tutto occorre scegliere le luci che si abbinano meglio al colore dell’albero e agli altri addobbi. Potete scegliere di usare luci colorate o luci bianche, e se scegliete le bianche potete decidere tra luce fredda (tendente al bianco) o calda (tendente al giallo). Io preferisco la seconda!

Ma la domanda sorge spontanea, quante ne servono ? Questo me lo chiedo dall’ultima volta che, a caso, ho acquistato 30 metri di luci a led… per un albero molto grande! 🙂

Sicuramente più luci userete più bello sarà il risultato. Ormai si usano solo catene di luci led che sono piccoli punti luminosi, quindi possiamo dire che per ogni metro di altezza dell’albero sono necessari 300 luci.

Generalmente quelle standard in commercio vanno dai 200 ai 500 punti luci led. Con un filo luminoso da 20 metri potete addobbare un albero di circa 1,8 metri. Provatele sempre prima, potrebbero non funzionare e farete un lavoro a vuoto!

DECORAZIONI

Passiamo ora agli addobbi, che vanno messi esattamente in quest’ordine: luci, festoni, palline, decorazioni varie, puntale. Non posizionateli in fila, ma in maniera omogenea e apparentemente casuale su tutta la superficie a disposizione. E’ una vera professione fare gli alberi di natale, non ci credi? Leggi qui

FESTONI E PALLINE

festoni possono essere semplici nastri di vari materiali, fiocchi, fili d’angelo, cordoncini di feltro o di perline, ecc. Le palline possono essere colorate o trasparenti, di diversi materiali, ma anche di legno o di stoffa. Quante ne devi comprare?? Non c’è una regola, ma indicativamente per un albero di 1,8 metri servono circa 80 palline.

PUNTALE

Il puntale dell’albero di Natale può essere tradizionale, con la forma a punta allungata, oppure a stella (a cinque punte o cometa), o raffigurare svariati soggetti come angeli, cappelli di Babbo Natale, gnomi, ecc.. Credo il momento più emozionante sia proprio quello di mettere il puntale, è come mettere la firma ad un quadro, il tocco finale insomma.

Spero di avervi dato una mano! E che dire, mettete musica natalizia sulla vostra TV, e cominciate la vostra opera d’arte!!

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *